log in

Imposta di Soggiorno: Roma Capitale

Imposta di Soggiorno: Roma Capitale

Regolamento per il Contributo di soggiorno di Roma Capitale

Il Comune di Roma Capitale con la delibera n. 67 del 28/29 luglio 2010, ha introdotto nella città di Roma, a decorrere dal 1 gennaio 2011, il contributo di soggiorno per tutti coloro che alloggiano nelle strutture ricettive, demandando a un successivo regolamento i criteri e le modalità applicative del contributo.

Nel mese di dicembre 2010 il CITS prima ancora dell'approvazione definitiva del Regolamento, ha partecipato attivamente agli incontri tenutisi tra l'Amministrazione Capitolina e gli operatori del settore turistico, illustrando in tale sede il particolare ruolo delle Case per Ferie e la loro collocazione al di fuori dei normali canali commerciali e promozionali. Si rappresentava infatti che dette Case accolgono al loro interno particolari categorie di soggetti (malati e loro accompagnatori che necessitano di un alloggio nelle vicinanze di strutture sanitarie, studenti che frequentano dei corsi di studio o professionali, lavoratori residenti in altre regioni costretti ad alloggiare nel Comune di Roma Capitale per lavori saltuari, giovani, famiglie e anziani con mezzi economici ristretti) e pertanto si chiedeva, la totale esenzione dal pagamento del contributo di soggiorno, o anche una mitigazione dello stesso. Il Comune di Roma Capitale con la delibera n. 38 del 22 dicembre 2010 ha emanato il regolamento attuativo  recependo l'esenzione a favore dei “ malati e coloro che assistono degenti ricoverati presso strutture sanitarie”.

La nostra Associazione, nei successivi tavoli tecnici di confronto, ha reiterato all'Amministrazione Capitolina la richiesta  dell’applicazione  del contributo agevolato per gli studenti e  lavoratori fuori sede che pernottano per lunghi periodi anche in modo discontinuo. Il  Comune di Roma Capitale con la deliberazione n. 53 del giorno 11 luglio 2011, ha  accolto alcune richieste avanzate dal CITS,  apportato le seguenti modifiche al  regolamento del dicembre 2010:

  • abolizione dell’obbligo da parte del paziente e dell’accompagnatore di presentare alla struttura ricettiva ospitante, la certificazione attestante le generalità del malato o del degente e il periodo di riferimento delle prestazioni sanitarie o del ricovero. Per  beneficiare dell’esenzione è sufficiente che il malato o l’accompagnatore dichiarino ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 che il soggiorno presso la struttura  è finalizzato per motivi sanitari o per assistere il soggetto degente ( si veda art. 3 del Regolamento);
  • riscossione del contributo di soggiorno  fino ad un massimo di 10 pernottamenti complessivi nell’anno solare per coloro che  frequentano corsi universitari e di formazione nonché per tutti i lavoratori che pernottano a Roma per motivi di lavoro. La norma chiarisce che  gli studenti di cui sopra e i lavoratori  che alloggiano in modo anche  non continuo  per periodi prolungati di tempo, dovranno pagare il contributo di soggiorno, nell’anno solare, al massimo per 10 pernottamenti. L’applicazione del contributo agevolato (massimo € 20 nell’anno solare) agli studenti e ai lavoratori  è subordinato alla stipula di un contratto di ospitalità tra il gestore e l’ospite e all’esibizione dell’attestato dell’università o degli enti di formazione accreditati o attraverso la dichiarazione di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (si veda all’art 4 del Regolamento).

Vi invitiamo ad approfondire il  contributo di soggiorno  introdotto dal Comune di Roma visitando l'apposito spazio dedicato.

Domande e risposte

Modulistica

Sito Comune di Roma

Regolamento Contributo Soggiorno Roma

Delibera N° 37/2010

Delibera N° 38/2010

Delibera N° 67/2010

Circolare 21 Dicembre 2011