log in

Regolamento 2012

Suffix color-bg1

Maecenas faucibus mollis interdum. Donec id elit non mi porta gravida at eget metus.

Suffix color-bg2

Maecenas faucibus mollis interdum. Donec id elit non mi porta gravida at eget metus.

Suffix color-bg3

Maecenas faucibus mollis interdum. Donec id elit non mi porta gravida at eget metus.

Regolamento prevenzione incendi

Nuovo regolamento sulla Prevenzione Incendi per le strutture ricettive

Il D.P.R. N.151 DEL 01/08/2011, nuovo regolamento sulla Prevenzione incendi per le strutture ricettive introduce una semplificazione per il rilascio del Certificato di prevenzione Incendi.

Il D.P.R. n.151 del 01/08/2011, riguardante il regolamento per la disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi (pubblicato sulla G.U. n.221 del 22­/09/2011), è entrato in vigore il 7/10/2011. Il nuovo regolamento, valevole anche per le Case per Ferie, con l'introduzione della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività, legge n. 122/2010), opera una sostanziale semplificazione sui procedimenti di competenza dei Vigili del Fuoco.

A tal fine è stato individuato con l’allegato I del DPR 151 un elenco di 80 attività sottoposte ai controlli dei Vigili del fuoco tra cui l’attività ricettiva (codice 66) svolta dalle Case per Ferie e tre categoria A, B e C per ogni attività.

Le attività della categoria A sono considerate a basso rischio e per le stesse non è necessario il parere di conformità dei Vigili del Fuoco. Al termine dei lavori di adeguamento per iniziare l’attività è sufficiente presentare la SCIA con allegato progetto. Il Comando dei Vigili o lo Sportello unico (SUAP) rilasciano immediatamente la ricevuta e l’attività è immediatamente autorizzata. Entro 60 giorni a campione i Vigili possono effettuare delle ispezioni di controllo.

Sono comprese nella categoria A, tra l’altro, le seguenti attività soggette:

Case per Ferie fino a 50 posti letto; (oltre i 25 posti letto)

Scuole fino a 150 persone;

Strutture sanitarie e case per anziani fino a 50 posti letto.

Le attività della categoria B sono a rischio medio e occorre chiedere ai Vigili il parere di conformità attraverso la presentazione del progetto. Al termini dei lavori di adeguamento per iniziare l’attività è sufficiente presentare la SCIA con allegato progetto. Il Comando o lo Sportello unico (SUAP) rilascia immediatamente la ricevuta e l’attività è immediatamente autorizzata. Entro 60 giorni a campione i Vigili possono effettuare delle ispezioni di controllo.

Sono comprese nella categoria B le seguenti attività:

Case per Ferie tra i 50 e 100 posti letto;

Scuole da 150 a 300 persone;

Strutture sanitarie da 50 ai 100 posti letto.

Le attività della categoria C sono quelle a più rischio e occorre chiedere ai Vigili il parere di conformità attraverso la presentazione del progetto. I Vigili entro 60 giorni si pronunciano sulla conformità. A lavori ultimati si presenta la SCIA per iniziare l’attività ma i Vigili procederanno al controllo della struttura e al rilascio del Certificato di Prevenzione incendi.

Sono comprese nella categoria C le seguenti attività:

Case per Ferie oltre i 100 posti letto;

Scuole oltre 300 persone;

Strutture sanitarie oltre posti letto.


Scarica la documentazione

DPR 1° agosto 2011 , n. 151

Guida Vigili del Fuoco